Sono i libri a scegliere noi

Avete presente quella strana sensazione di necessità che ci spinge ad entrare in libreria?

Molti la vedono come l’ennesima scusa per comprare l’ennesimo libro.

Ma in realtà è molto di più.

Nel momento in cui annusiamo l’odore della carta ci sentiamo finalmente nel nostro habitat naturale. La sola visione degli scaffali ci trasmette calore, accoglienza. Ci dà quel conforto che forse non riusciamo a trovare altrove.

Dopo esserci guardati attorno ci avviciniamo a quelle centinaia di libri per toccarli.

A volte addirittura li odoriamo.

Ne apriamo uno, lo sfogliamo. Leggiamo la trama. Poi una copertina ci cattura.

E’ bella, ci dice qualcosa anche senza guardarne il contenuto.

Passiamo da un volume all’altro, da un genere all’altro, da una storia all’altra.

Perdiamo la cognizione del tempo.

Restiamo ipnotizzati da quegli involucri di storie colorati per minuti, forse ore.

E poi avviene la magia.

Un libro ci chiama a sé, ci sceglie.

Sentiamo che è quello giusto, quello che cercavamo in quel determinato momento.

Lo mettiamo nella busta e lo portiamo a casa.

Ignari di come ci cambierà la vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.