Respiri e Sospiri – Paola Cannas

“Non altro cercano i miei occhi

per fugare le ombre della notte,

non più che il battito soave

di un’ala d’angelo, leggera,

bianco sorriso nella grigia sera.”

(“Traversando la Pianura Padana” – Paola Cannas)

Non conosco la poesia.

Tra le cose che leggo, è l’ultimo dei generi letterari che mi capitano tra le mani.

Ma c’è una cosa che conosco bene, al di là della letteratura. Sto parlando delle emozioni.

Il piccolo libro di Paola Cannas, madre del grande Marco Vichi, è un concentrato di dolcezza e arte.

Poesie scritte senza pretese e con una semplicità disarmante.

Piccoli soffi di vita che Vichi stesso avrebbe voluto scrivere.

Ma, come lui stesso sostiene, mentre la sua vena è puramente narrativa, nella madre ha trovato invece “una poetessa sconosciuta”.

Sono molte le frasi che mi hanno colpita, molte quelle che mi hanno fatto riflettere.

Oltre alla citazione che ho voluto inserire all’inizio del post – per me la più bella -, ve ne voglio riportare altre qui sotto:

“Dolce è la compagnia di chi non ha più fretta” (p. 5)

“[…] ove nel fondo giace rovesciata, la tazza del tuo pianto” (p. 12)

“Mi ero scordata di essere niente” (p. 13)

“Più scruti nel fondo te stessa, e più si fa buio il mistero” (p. 16)

“[…] avidamente bevo quel silenzio” (p. 36)

 

E leggendo questo piccolo libretto di esistenza, ci si ritrova catapultati nei frammenti ingialliti di un’artista senza pretese, una donna che ha scritto per il puro piacere di farlo e senza mai sentirsi una scrittrice.

Credo che la forza di queste poesie stia proprio in questo.

La semplicità che questa poetessa ha impresso con l’inchiostro scrivendo versi memorabili:

“Poche cose, ma nulla in fondo manca.

Se pensi, puoi contarle sulle dita

quelle che servono a fare una vita.”

(p. 38)

Perché è proprio quando si “sa di non sapere”  che nascono le opere più belle.

Grazie Paola.

 

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.