Recensione – “Una ragazza inglese” di Beatrice Mariani

Cosa succede se ti innamori della persona più sbagliata che possa esistere per te?

È quello che scoprirà la protagonista di questo romanzo, una ragazza giovane e sensibile che, in circostanze inaspettate, incontrerà il suo primo grande amore.

Jane ha appena vent’anni e un passato drammatico alle spalle: i suoi genitori, entrambi archeologi, hanno perso la vita inseguendo la loro passione e lasciandola sola al mondo. Dopo essersi diplomata a pieni voti in Inghilterra torna in Italia, in cerca di un lavoro per racimolare qualche soldo durante l’estate. Si trova così ad accettare la proposta di una ricca famiglia romana diventando quindi la baby sitter di Nicholas, il figlio della signora Marina Rocca.

Fortunatamente Jane riesce ad ambientarsi fin da subito e trova anche una sintonia con Nick. C’è qualcun altro, però che minaccia il suo quieto vivere: si tratta di Edoardo Rocca, il fratello di Marina, un uomo super impegnato e dal carattere tenebroso che metterà fin da subito in soggezione la nuova arrivata.

Ma a volte è proprio ciò che ci spaventa ad attrarci…

È per questo che Jane si troverà sempre più vicina a colui che pensava essere lontano anni luce da lei. Questa forse non è la scelta più saggia, considerando anche che tra i due ci sono vent’anni di differenza…

Una storia che si sviluppa in maniera del tutto inaspettata, prendendo dei colori che si discostano molto da ciò che all’apparenza può sembrare questo romanzo. Infatti, anche se la copertina e il titolo potrebbero darci l’idea di una trama leggera e prevedibile, quello che troviamo andando avanti con la lettura è ben altro.

L’autrice, attraverso uno stile di scrittura ricco e fluido, riesce a stupirci, elaborando una narrazione ben strutturata che non stanca mai il lettore.

Ho letto volentieri questa storia, anche se dentro di me avrei voluto dare tanti consigli alla protagonista che (giustamente, anche a causa della sua età) appare spesso ingenua ed indifesa. Da questo punto di vista mi è piaciuto molto il personaggio di Ivana, una vera amica, affidabile e fedele, che cerca di far ragionare Jane e di proteggerla da ciò che potrebbe ferirla.

Non ho approvato il comportamento di Edoardo che in fondo non si mostra mai completamente coinvolto nella relazione, ma mette Jane in una situazione che da uomo adulto avrebbe dovuto evitarle (ma questa è una mia idea).

Credo che l’autrice possa essere soddisfatta del suo esordio e spero di leggere ancora qualcosa di suo!


Clicca qui sopra per acquistare il romanzo attraverso il mio link di affiliazione

Beatrice Mariani è nata a Roma, dove vive con il marito e i due figli. Laureata in Scienze Politiche, lavora da sempre nell’ambito della ricerca e della comunicazione. Questo è il suo primo romanzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.