Giulia Mazzoni

"Pensando al mio futuro mi sono chiesta:
cosa voglio fare nella vita?
La risposta è stata una: scrivere.
Ma da dove si comincia?
M'hanno detto di fare un blog!"

Recensione – “Tu non sai chi sei” di Giandomenico Orobello

tunonsaichisei

“Un fatto diventa storia solamente quando qualcuno è disposto a raccontarlo. E la storia che ci viene proposta appare vera, pilotata entro il percorso obbligato di quasi tutte le relazioni d’amore: le incertezze, l’abbandono al sentimento, il crollo dell’immagine “sognata”, il tentativo eroico quanto patetico di convertire l’amato, il dolore, l’accettazione e la consapevolezza. In questo libro l’autore, sulla base delle sue conoscenze scientifiche, ha cercato di dare voce alla sofferenza e all’afflizione sentimentale, alla frustrazione che si prova ad incontrare una personalità narcisista. L’empatia è stata il motore che ha dato vita a questo processo e percorso narrativo: il mettersi nei panni dell’altro, per dare così voce alla sofferenza più profonda del narratore, sofferenza che non avrebbe avuto altro modo di emergere se non attraverso la discesa nell’abisso dimenticato, sedimentandosi sul fondo della coscienza di chi ha sofferto, distorcendo e plasmando così la personalità di chi non riesce a liberarsi dal peso del dolore.”

E’ capitato a tutti di incontrare, nella vita, una persona bella, gioiosa, carismatica e così tanto travolgente da innamorarsene perdutamente.

All’inizio generalmente va tutto bene, sembra quasi di vivere una favola; pian piano, però, qualcosa comincia ad andare storto. Le belle parole che un tempo ci ammaliavano diventano improvvisamente false, forzate, e iniziano a perdere significato.

Purtroppo, spesso capita a tanti anche di rimanere intrappolati nelle trame di una storia malata, retta solo dall’idealizzazione di una persona che poi tanto bella non è.

“Tu non sai chi sei” è una storia molto profonda. E’ il racconto di un amore unidirezionale, un amore che però è tanto intenso da compensare anche la parte mancante. I due uomini coinvolti nella relazione sono molto diversi tra loro: uno è un romantico, l’altro un narcisista.

Il libro percorre tutte le fasi di questa tormentata relazione, dal primo incontro all’inevitabile crisi.

Nonostante lo sfondo sia quello di un amore omosessuale, tutti noi possiamo immedesimarci nello stato d’animo della voce narrante, prima avvinta da un sentimento di speranza e, solo successivamente, dallo sgomento.

Ho trovato la scrittura di questo autore emergente molto fluida e scorrevole, piacevole da leggere.

Lo consiglio se avete voglia di una lettura veloce ma allo stesso tempo intensa.

 

 


Recensione - "Volevo

"E pensare che la vita ci porta il più delle ...

Recensione - "Entro

"Vorrei leggere la vita col tuo stupore da bambina, seguirne ...

Recensione - "La tra

  "Sei senza dubbio la più abile truffatrice che io abbia ...

Recensione - "Il vam

"La vita della carne è nel sangue. Nessuno di voi ...

Segnalazione - "Perf

Titolo: Perfetta ma non per lui Autore: Gina Laddaga Editore: self-publishing Genere: contemporary romance Prezzo: ...

Recensione - "L'uomo

"Ogni paura si può evitare e da ogni paura si ...

Recensione "La trecc

"Amo queste ore solitarie, in cui le mie mani danzano. È ...

Recensione - "Io son

"Colpevolizzare la vittima è un modo per nascondersi e autoilludersi. ...

Recensione - "Fidanz

"Attraversare gli specchi significa affrontare se stessi - aveva detto ...

Recensione - "I figl

"Si guardò intorno. All'improvviso tutto taceva, anche il fiume. Era ...

Recensione - "Volevo

"E pensare che la vita ci porta il più delle ...

Recensione - "Entro

"Vorrei leggere la vita col tuo stupore da bambina, seguirne ...

Recensione - "La tra

  "Sei senza dubbio la più abile truffatrice che io abbia ...

Recensione - "Il vam

"La vita della carne è nel sangue. Nessuno di voi ...

Segnalazione - "Perf

Titolo: Perfetta ma non per lui Autore: Gina Laddaga Editore: self-publishing Genere: contemporary romance Prezzo: ...

Recensione - "L'uomo

"Ogni paura si può evitare e da ogni paura si ...

Recensione "La trecc

"Amo queste ore solitarie, in cui le mie mani danzano. È ...

Recensione - "Io son

"Colpevolizzare la vittima è un modo per nascondersi e autoilludersi. ...

Recensione - "Fidanz

"Attraversare gli specchi significa affrontare se stessi - aveva detto ...

Recensione - "I figl

"Si guardò intorno. All'improvviso tutto taceva, anche il fiume. Era ...