Libri o e-book?

Come potete vedere, qui a lato ho inserito un sondaggio: meglio un libro o un e-book?


Da qualche anno ormai si è scatenato il fenomeno degli e-book, ovvero libri digitali che si possono fruire tramite appositi palmari (o direttamente su computer, i-pad, cellulare e via dicendo). Premetto che non ho mai usato gli e-book, o almeno, non fino ad oggi. Non amo particolarmente l’idea di leggere un libro senza sfogliarlo, senza toccarlo o annusarlo.
La digitalizzazione dei materiali cartacei ormai si sta diffondendo a vista d’occhio e adesso i libri addirittura si scaricano da internet.
Come ogni progresso tecnologico, anche questo sicuramente ha i suoi vantaggi; chi lo usa mi dice che è comodo, leggero, non sforza eccessivamente gli occhi grazie ad un display apposito, si possono leggere anche i quotidiani ogni giorno, permette, appunto, di scaricare tutti i libri che si vuole direttamente da casa.
Insomma, se si vuole, i vantaggi sono tanti.
Adesso però – e c’è chi sarà d’accordo o in disaccordo con me – subentra il fattore affettivo verso i cari vecchi libri cartacei.
Entrare in libreria, annusare il profumo della carta, osservare le copertine dei libri, sfogliarli, leggere le alette, la trama, volendo anche la prima pagina, compararlo con altri libri…per me sono cose essenziali. E lo sono sempre state.
Si sa che lo shopping online è comodo e, sotto tanti punti di vista, può essere una figata, ma secondo me perde tanti punti rispetto allo shopping “dal vivo” (e questo anche per quanto riguarda l’acquisto di scarpe, vestiti, trucchi e altre cose – è troppo più bello toccare con mano ciò che si sta per comprare). E poi, un conto sono gli ordini fatti su internet in cui poi ti arriva l’oggetto MATERIALE a casa. Ma con l’e-book si parla di una vera e propria smaterializzazione di quel bene di consumo che è il libro.

In conclusione, vi dico che per il momento, su questo punto, resto felicemente bigotta, insieme alla mia montagna ingombrante di libri. Con l’intento, però, di provare almeno per una volta ad usare un e-book, in modo da potervi dare, in futuro, un mio concreto parere personale.










—-> foto presa da: http://libri.blog.rainews24.it/2010/11/05/non-chiamarmi-libro-sono-un-ebook/

9 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.