“Le prime luci del mattino” – Fabio Volo

Finalmente torno a scrivere una recensione!
Era tanto che non lo facevo, lo so, e questo causa tesi (che, tra l’altro, ho finito…yeah!!). Domenica sera, in astinenza da “letture a piacere”, ho preso uno dei libri dalla mia pila immensa di “libri che entro l’anno, sicuramente, leggerò”. Vuoi per il bisogno di staccare un po’ dalle cose pesanti, vuoi per curiosità, ho scelto l’ultimo libro di Fabio Volo.
E devo dire che non ci sono rimasta male come pensavo…anzi.


Scorrere scorre, come del resto tutti i suoi libri, e lo stile “diario” che qui viene adottato è molto funzionale. La storia è una storia comune, una donna in crisi con il marito che vuole dare una svolta alla propria vita. Ma, pur essendo banale, è molto dettagliata.
Proprio per questo mi chiedo: come ha fatto a scriverla un uomo?
I pensieri e le sensazioni della protagonista sono raccontati così bene che immedesimarsi diventa molto facile. La crisi, il senso di agonia e apatia, la voglia di qualcosa di diverso, sono spiegati in ogni minimo particolare. E’ uno di quei libri in cui ogni donna riesce a trovare qualcosa di sé. In cui ti rendi conto che, prima o poi, la ruota gira e la felicità arriva.
Un libro adatto per chi ha voglia di esplorare un nuovo mondo, o di riviverne uno già vissuto. Una lettura piacevole e non impegnativa, se non emotivamente.
Voto: 7


Le donne non saranno un libro aperto per gli uomini, ma per Fabio Volo sì!

 

13 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.