“Cinquanta sfumature di Grigio” – E. L. James

Cinquanta sfumature di Grigio

Tanto per minimizzare si può dire che “Cinquanta sfumature di Grigio” è il libro del momento. C’è chi lo infama, chi lo venera, chi dice che grazie a questo l’Inghilterra avrà un boom di nascite previste per il prossimo anno: di fatto, insomma, tutti ne parlano.


Personalmente mi sono accorta di questo nuovo caso editoriale guardando le classifiche IBS dei libri più venduti.
La trilogia in questione (Cinquanta sfumature di Grigio / Nero / Rosso) non mi diceva nulla di che, proprio per la irritante somiglianza dei titoli.
Lo so, i miei soliti pregiudizi.
Fatto sta che poi, alla fine, un po’ per curiosità e un po’ per tutte le critiche che ha ricevuto, mi è venuta voglia di comprarlo e di leggerlo per poter dare il mio parere.


“Fifty Shades of Grey” è una storia leggera e pesante allo stesso tempo.
Pilastro dell’intera trama è la fortissima attrazione, fisica e mentale, che nasce tra i due protagonisti, la studentessa Anastasia e il giovane e ricco imprenditore Christian.
Il titolo, che confrontato agli altri due della saga, sembra dato a caso, ha invece un suo perché.
Le “cinquanta sfumature”, intese dall’autrice con un preciso senso di mistero, sono niente di meno che i neri e profondi meandri della personalità del protagonista (non a caso “Fifty Shades OF GREY”). Sfumature con cui la giovane Anastasia è costretta fin da subito a fare i conti, travolta da questo nuovo ed insolito feeling che nasce tra i due.


Senza scendere troppo nei dettagli, per non rovinare la sorpresa a chi ancora deve leggerlo, devo dire che ci sono stati parecchi momenti in cui ho dovuto tenere a bada la mia parte femminista, e tanti altri in cui mi sono impressionata di fronte a certe “pratiche”. Ciò comunque non mi ha impedito di seguire con interesse la storia d’amore (perché di fatto, nonostante tutto, questo è) tra Anastasia e Christian.
Penso che un libro del genere possa essere letto non solo dal punto di vista del sadomasochismo, ma anche seguendo tutto quello che c’è sotto.
Il cambiamento che i due attuano per venirsi incontro, questa alchimia che si crea e che non permette loro di stare separati (molto simile a quella presente in Twilight, come molti hanno notato) porta ad una evoluzione molto importante delle due personalità.
Di tutto il libro, è proprio questo che mi ha incuriosita e mi ha portata ad andare avanti con la lettura.
Fin dove si è disposti a spingersi per stare con la persona che si ama?
E quanto può essere difficile mettere in equilibrio i nostri limiti con quelli degli altri?
Sono questi secondo me i veri temi che tengono in piedi il romanzo.


Quindi, se c’è una cosa che posso consigliarvi, è di cercare di “guardare oltre”. E’ vero che c’è sempre un’ insofferenza di fondo per i cosiddetti “libri commerciali”.
Ma se sono “commerciali”, è anche perché li compriamo.
Iniziamo a cercare di capire PERCHE’ un libro vende così tanto, invece di criticarlo solo per questo motivo.
Così, magari, scopriremo anche qualcosa di più.

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.