Giulia Mazzoni

"Pensando al mio futuro mi sono chiesta:
cosa voglio fare nella vita?
La risposta è stata una: scrivere.
Ma da dove si comincia?
M'hanno detto di fare un blog!"

Recensione – “Ti regalo il cielo” di Giulia Arnetoli

FullSizeRender

 

“Dissi addio a tutti, raccattando i pezzi di me stessa attraverso un foglio e una matita”

 

A volte servono cose terribili per creare qualcosa di meraviglioso.

E’ stato questo il mio primo pensiero non appena ho finito di leggere il romanzo di Giulia Arnetoli, una scrittrice emergente che ha deciso, nel 2010, di scrivere la sua opera spinta dalla malattia di sua figlia.

La protagonista della storia è Sole, una ragazza fiorentina di 19 anni alle prese con l’ultimo anno di liceo, ma anche e soprattutto con una situazione familiare molto difficile.

Da quando Marta, sua sorella maggiore, è morta di cancro, nella sua casa regnano silenziosi disperazione e tormento. Sole è costretta a vivere in un mondo parallelo, in cui la voglia di non andare avanti domina incontrastata e dove tutto sembra essersi fermato alla data di quel tragico evento.

Per una ragazza così giovane è devastante non solo vedere i suoi genitori vivere come vegetali, ma anche dover convivere da sola con l’immenso dolore per la perdita della sorella a cui era molto legata.

Ma un giorno Sole, a causa di una ricerca per la scuola, si trova a rovistare tra le vecchie fotografie di famiglia.

In una foto di Marta noterà un dettaglio che la porterà ad indagare sul suo passato, arrivando ad una scoperta sconvolgente.

Lo stile di scrittura di Giulia è maturo, ricco di particolari che portano il lettore ad entrare completamente nel mondo interiore della protagonista. Devo ammettere che questo mi ha sorpresa, considerando che si tratta del romanzo di un’autrice non affermata. Unica pecca, forse, le troppe similitudini che a volte appesantiscono la narrazione.

Un libro da leggere d’un fiato, che consiglio a tutti voi e che spero di vedere un giorno tra gli scaffali delle grandi librerie.


Giulia Arnetoli è nata a Firenze. Dopo essersi laureata nel 2005 in Scienze forestali e ambientali, è diventata insegnante di scuola primaria. Appassionata di libri e fumetti, ha scritto poesie e romanzi incompiuti fino al 2010, anno in cui la malattia della figlia maggiore le ha dato la giusta spinta emotiva per dar vita alla sua prima pubblicazione. “Ti regalo il cielo” è il suo libro di esordio.

Giulia ha da poco aperto un blog dedicato ai libri e alla scuola. Per visitarlo cliccate qui.

 


Recensione - "L'uomo

"Ogni paura si può evitare e da ogni paura si ...

Recensione "La trecc

"Amo queste ore solitarie, in cui le mie mani danzano. È ...

Recensione - "Io son

"Colpevolizzare la vittima è un modo per nascondersi e autoilludersi. ...

Recensione - "Fidanz

"Attraversare gli specchi significa affrontare se stessi - aveva detto ...

Recensione - "I figl

"Si guardò intorno. All'improvviso tutto taceva, anche il fiume. Era ...

Recensione "Quando f

"Dedicarsi alla Bottega, tra violini che prendevano forma davanti ai ...

Recensione - "Petrad

"Fu in quel momento che una voce dentro la testa ...

"Tempo di Libri": te

"Ho sempre immaginato che il Paradiso fosse una sorta di ...

Recensione - "Iconic

"Dipingo i fiori per non farli morire" - Frida Kahlo Frida ...

Recensione - "Gli an

"Per un attimo mi ero sentito il protagonista di un ...

Recensione - "L'uomo

"Ogni paura si può evitare e da ogni paura si ...

Recensione "La trecc

"Amo queste ore solitarie, in cui le mie mani danzano. È ...

Recensione - "Io son

"Colpevolizzare la vittima è un modo per nascondersi e autoilludersi. ...

Recensione - "Fidanz

"Attraversare gli specchi significa affrontare se stessi - aveva detto ...

Recensione - "I figl

"Si guardò intorno. All'improvviso tutto taceva, anche il fiume. Era ...

Recensione "Quando f

"Dedicarsi alla Bottega, tra violini che prendevano forma davanti ai ...

Recensione - "Petrad

"Fu in quel momento che una voce dentro la testa ...

"Tempo di Libri": te

"Ho sempre immaginato che il Paradiso fosse una sorta di ...

Recensione - "Iconic

"Dipingo i fiori per non farli morire" - Frida Kahlo Frida ...

Recensione - "Gli an

"Per un attimo mi ero sentito il protagonista di un ...